Lunedì, 24 Settembre 2018
PALMI

Il latitante
Vincenzo Galimi
preso in Toscana

galimi, Reggio, Calabria, Archivio
galimi

Un arresto che potrebbe chiudere il cerchio, almeno sotto il punto di vista numerico dei soggetti più ricercati, attorno al potente clan dei Gallico di Palmi. L’arresto di Vincenzo Galimi, imprenditore di 61 anni, era atteso da tempo da parte dei Carabinieri che da oltre due anni erano sulle sue tracce, lavorando assiduamente per stringergli le manette ai polsi. Era ricercato dal 2010, con l’accusa di associazione mafiosa, ed è considerato dalla Procura della Dda di Reggio Calabra, un imprenditore di riferimento della cosca di 'ndrangheta dei Gallico operante in particolare sul territorio di Palmi ma, come testimoniano diverse operazioni di polizia giudiziaria, con ramificazioni su tutto il territorio nazionale.

Oltre all'udienza di convalida, per Galimi si è svolto il processo per direttissima, in Tribunale ad Arezzo, per un reato minore che gli veniva contestato, ovvero false dichiarazioni fornite a pubblico ufficiale in occasione del suo arresto. I difensori hanno chiesto i termini a difesa, il processo per direttissima si svolgerà dopodomani sempre in Tribunale ad Arezzo.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X