Giovedì, 20 Settembre 2018
REGGIO

Clan Lo giudice,
in libertà Anna Gatto
e Domenica Pennestrì

gatto, pennestrì, Reggio, Calabria, Archivio
gatto e pennestrì

La decisione è stata adottata dalla Cassazione accogliendo la richiesta formulata in aula dall’avvocato Renato Russo. Con la stessa sentenza, la Corte Suprema ha annullato senza rinvio anche l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di intestazione fittizia contestato allo stesso Lo Giudice, il quale però rimane in carcere
per la residua imputazione di associazione mafiosa. A fronte delle dichiarazioni di Antonino Lo Giudice, dell’altro fratello pentito, Maurizio, nonché di Consolato Villani, Roberto Moio e Umberto Munaò, su richiesta della Procura, il gip disponeva il sequestro di due esercizi commerciali di vendita al dettaglio di prodotti congelati, ritenuti frutto di attività criminosa di Giovanni Lo Giudice, con conseguente emissione della misura carceraria nei confronti di quest’ultimo e delle due donne.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X