Martedì, 25 Settembre 2018
'NDRANGHETA AL NORD

Condannati
il giudice Giglio 
e il consigliere Morelli

morelli e giglio, Reggio, Calabria, Archivio

L’ex presidente della Sezione misure di prevenzione del tribunale di Reggio Calabria Vincenzo Giglio è stato condannato a 4 anni e 7 mesi di carcere nel processo milanese sulla “zona grigia” della 'ndrangheta. I giudici hanno pure condannato a 8 anni e 4 mesi l’ex consigliere regionale calabrese del Pdl Franco Morelli. I giudici di Milano (presidente del collegio Luisa Ponti) hanno disposto anche l’interdizione per 5 anni dai pubblici uffici per l’ex giudice Vincenzo Giglio, che venne arrestato nel novembre 2011, con le accuse di corruzione, rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento aggravato per avere agevolato l’attività del clan Valle-Lampada. I giudici hanno disposto anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e due anni di libertà vigilata per l’ex consigliere calabrese Morelli, per lui le accuse erano di concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione e rivelazione del segreto d’ufficio. Il Tribunale ha emesso altre sette condanne: 16 anni per il presunto boss Giulio Lampada; 9 anni e 6 mesi per Leonardo Valle; 8 anni per Vincenzo Giglio (medico e cugino del giudice); 4 anni e 6 mesi per Francesco Lampada; 7 anni per Raffaele Firminio; 3 anni e 3 mesi per Maria Valle; 5 anni e 3 mesi per l’ex finanziere Luigi Mongelli, mentre altri tre militari sono stati assolti.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X