Domenica, 23 Settembre 2018
'NDRANGHETA

Bovalino, freddato
da un killer

izzo, Reggio, Calabria, Archivio
alfredo izzo

Omicidio nella tarda serata di ieri, intorno alle 22, a Bovalino. Con un solo colpo di fucile da caccia caricato a pallettoni è stato assasinato Alfredo Izzo, 30 anni, che da qualche settimana si trovava agli arresti domiciliari. L’esecuzione, probabilmente opera di un killer solitario, è stata consumata davanti all’ingresso dell’abitazione di famiglia del giovane, situata alla periferia della cittadina, lungo la strada statale 112 che conduce a Natile di Careri e negli altri centri collinari alle pendici dell’Aspromonte. Il colpo, esploso dall’assassino da distanza ravvicinata, non ha dato scampo Izzo, che sarebbe morto prima dell’arrivo dei soccorsi. Dopo aver portato a termine la sua missione di morte, il killer è riuscito a dileguarsi senza lasciare tracce. Non appena scattato l’allarme, sul luogo dell’omicidio si sono recati gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Bovalino diretto dal vicequestore aggiunto, Giovanni Arcidiacono. Sul posto anche il sostituto procuratore di turno della Procura di Locri che ha subito assunto il coordinamento delle indagini. Toccherà ora agli investigatori della Polizia cercare di capire se dietro l’omicidio si celi un movente privato o la mano della criminalità organizzata.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X