Martedì, 25 Settembre 2018
INFILTRAZIONI MAFIOSE

Il CdM scioglie
il Comune di S.Luca

san luca sciolto, Reggio, Calabria, Archivio

In considerazione dell'avvenuto accertamento di forme di condizionamento della vita amministrativa da parte della criminalità organizzata, il Consiglio ha deciso lo scioglimento del comune di San Luca (Reggio Calabria). Lo riferisce il comunicato diffuso al termine del Cdm.

Risale all'autunno scorso l'accesso antimafia nel Comune di San Luca in seguito al quale oggi il Consiglio dei ministri ha sciolto l'ente per condizionamenti da parte della criminalità. L'accesso era stato disposto, su delega dell'allora Ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri, dal prefetto di Reggio Calabria, Vittorio Piscitelli. Dall'accesso erano emersi i presunti condizionamenti sull'attività del Comune in relazione, in particolare, ad alcuni appalti e forniture gestiti dall'ente. Le indagini per accertare le infiltrazioni della 'ndrangheta sull'attività del Comune erano state svolte dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, che avevano presentato successivamente un'informativa al prefetto Piscitelli facendo scattare, così, la proposta di scioglimento. Sindaco di San Luca è l'avvocato Sebastiano Giorgi, eletto con una lista civica nell'aprile del 2008. (ANSA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X