Venerdì, 21 Settembre 2018
CITTANOVA

«La pensione? Non
possiamo pagare,
lei è morta»

grazia condello, Reggio, Calabria, Archivio
grazia condello

 Che qualcosa non andasse per il verso giusto, quanto alla sua formale esistenza terrena, la signora Condello lo aveva intuito allorquando, giorni prima, si era vista convocare dal dott. Antonio Pelle, suo medico di base, in quanto allo stesso risultava, nell’effettuare un controllo di routine negli archivi informatici, che la signora fosse deceduta. Incredulo il medico, visto che da poco aveva incontrato la signora, ben ha pensato di contattare la cliente al fine di risolvere il problema. Ebbene, dopo un controllo sia sul sistema informatico del Servizio sanitario nazionale che all’ASL, all’INPS ed all’Agenzia delle entrate la signora risultava deceduta. Non così al Comune di Cittanova che rilasciava regolare certificazione di esistenza in vita, negando ogni responsabilità per l’accaduto. Un vero mistero, difficile da dipanare soprattutto quanto all’origine dell’errore, perché di evidente errore si tratta come testimonia la foto della signora Grazia scattata ieri e che pubblichiamo. Probabile lo scambio di persona, forse un’omonimia, fatto è che per la signora Condello è iniziato un lungo peregrinare tra i vari uffici ed una lunga sequela di telefonate, aiutata anche dal suo medico di fiducia, per convincere la macchina burocratica a restituirla al mondo dei vivi, prendendo atto dell’avvenuta …. resurrezione. Pare non basti il semplice certificato di esistenza in vita, ma occorre che qualcuno rettifichi l’errore commesso. Ma chi?

L'articolo completo lo trovate sul nostro giornale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X