Martedì, 18 Settembre 2018
REGGIO

La città rimane
nella morsa della
crisi idrica

acqua, invaso menta, Reggio, Calabria, Archivio

 L’acqua dai rubinetti continua a non scendere e la rabbia dei reggini cresce di giorno in giorno. Da un capo all’altro della città, dal centro alle periferie ormai è un coro di proteste. L’ultima, veramente drammatica, è partita dagli abitanti di Lume di Pellaro: «Ci troviamo da settimane senz'acqua e nessuno ci spiega il perché». I tentativi per avere una risposta sono stati fatti ma, come hanno spiegato i residente a Lume, «dal Comune nessuno ha saputo indicare la causa del disservizio». Certo, ritrovarsi in casa nel bel mezzo dell’estate senza un filo d'acqua non è una situazione accettabile; non potersi fare neanche una doccia, non poter lavare o cucinare è lontano anni luce da un contesto civile. E però sono in tanti i reggini ad avere l'impressione di essere ripiombati nell’incubo vissuto la scorsa estate o in quella precedente. Già, perché le estati in riva allo Stretto sono in fotocopia da parecchio tempo. E ogni volta che riesplode, rispettando una cadenza ciclica, l’emergenza idrica, torna regolarmente e sistematicamente la domanda: la città quando avrà l’acqua del Menta?

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook