Mercoledì, 26 Settembre 2018
REGGIO

Quei caffè romani
di Antonio Rappoccio

Un caffè all'hotel Leonardo da Vinci a Roma (1,60 euro). Una colazione con torta ai pinoli e cappuccino (15 euro) nella splendida piazza Bra di fronte alla celebre Arena di Verona. E ancora cioccolatini Venchi (6,47 euro) all'aeroporto di Fiumicino... Non tralasciava di farsi rimborsare nulla nella sua frenetica attività politica di consigliere regionale Antonio Rappoccio. Nel 2010 –era stato eletto consigliere regionale alla fine di marzo nella lista di ”Insieme per la Calabria”  – le spese per i ristoranti tra Roccella e Reggio Calabria si sono concentrate soprattutto tra il 9 ottobre e il 26 novembre e nel breve spazio di questi due mesi Rappoccio ha portato a pranzo o a cena 748 persone per una spesa complessiva di 26.104,00 euro. Nel 2011, invece, quelle che, nelle indagini svolte dalla Procura Generale di Reggio Calabria, sono stata catalogate come “spese per ristorante” cominciano l’11 gennaio e terminano il 29 novembre. L’orizzonte del consigliere Rappoccio si amplia e va oltre l’asse Reggio Calabria-Roccella (si aggiungono mete come Roma, Mammola, Torre di Ruggero, Bagnara e Verona), i “coperti” diminuiscono fino a 237 e le spese si fermano a 6.464,86 euro. Nei suoi spostamenti per l’Italia Rappoccio si reca anche al bar e nel 2011 consuma caffè e assimilati per 60,37 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X