Lunedì, 22 Ottobre 2018
LOCRI

Pronto soccorso in ebollizione «Ordini disattesi, nessun aiuto»

di
locri, ospedale, pronto soccorso, Reggio, Calabria, Archivio
Pronto soccorso in ebollizione «Ordini disattesi, nessun aiuto»

Nuovo anno e vecchie emergenze all’ospedale di Locri, ovviamente a causa della carenza di personale medico. A soffrire maggiormente della insostenibile situazione sono i reparti dell’emergenza-urgenza e soprattutto il Pronto Soccorso e la Radiologia.

Il caso Pronto Soccorso è quello più clamoroso, e davvero se questo primo avamposto per la tutela della salute dei cittadini non è stato ancora “chiuso” lo si deve soprattutto allo spirito di abnegazione e serietà dei pochi medici rimasti (4 o 5 sui 20 previsti dalla legge in pianta organica), che, sono costretti a effettuare turni stressanti (di 12 ore e a volte anche di più ), che limitano fortemente le loro potenzialità e capacità professionali.

Ecco quindi che gli ultimi due giorni del 2017 e il primo del 2018 hanno trovato un Pronto Soccorso con un solo medico in servizio, e una moltitudine di pazienti costretta a fronteggiare una sofferente attesa prima di poter essere sottoposta a visita.

L'articolo completo nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud.

Clicca qui per acquistare la tua copia digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X