Mercoledì, 21 Novembre 2018
TRIBUNALE DI FIRENZE

Inchiesta su riciclaggio, concessi i domiciliari a un imprenditore di Bianco

inchiesta su riciclaggio, Antonio Scimone, Reggio, Calabria, Cronaca

Ha ottenuto gli arresti domiciliari Antonio Scimone, l’imprenditore di Bianco arrestato nello scorso mese di febbraio nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Dda di Firenze, accusato di essere stato il «regista» di un’organizzazione responsabile di vari reati.

Il beneficio è stato concesso a Scimone dal Tribunale della libertà di Firenze, che ha accolto l’istanza che era stata presentata dal difensore dell’imprenditore, l’avvocato Alessandro Parrotta.

Scimone, secondo l’accusa, attraverso un fitto reticolo di imprese nazionali ed estere a lui riconducibili, avrebbe creato un «sistema» funzionale alla commissione di una serie di reati che vanno dalla frode fiscale, al riciclaggio, all’esercizio abusivo di attività finanziaria ed all’usura.

«Il sistema Scimone - ha detto l’avvocato Parrotta - è un’invenzione. Il nostro assistito ha chiarito agli inquirenti, con grande lucidità e dettaglio, ogni aspetto della propria vita imprenditoriale, fornendo ampia documentazione a supporto delle sue argomentazioni. La decostruzione dell’impianto accusatorio è stata finalmente premiata grazie a una puntuale ricostruzione contabile delle attività imprenditoriali di Antonio Scimone».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X