Lunedì, 19 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
DISAGI

Scilla, niente riscaldamenti nelle scuole: l’ira dei genitori

di

Protestano i genitori degli alunni della scuola “U. Foscolo” per la mancanza di riscaldamento nelle aule a Scilla. Nei giorni scorsi Palazzo San Nicola aveva predisposto l’acquisto di alcune stufe per riscaldare i locali. Una soluzione che non è stata approvata dai genitori che hanno deciso di non mandare i figli a scuola.

Nella scuola di Porelli, come riporta la Gazzetta del Sud in edicola, i genitori hanno persino richiesto l’intervento delle forze dell’ordine data la situazione di estremo disagio che si era venuta a creare. Lo stesso sindaco Gregorio Frosina, dopo aver appreso delle proteste, ha effettuato una serie di sopralluoghi nelle singole scuole ed emanato un’ordinanza di chiusura del plesso “Foscolo”.

Nel pomeriggio si è svolto un incontro al Comune tra il sindaco, i tecnici comunali ed alcuni rappresentanti scolastici: è stata emanata l’ordinanza di chiusura delle scuole fino al 9 gennaio per permettere ai tecnici di sistemare le caldaie dei plessi di Solano Inferiore e XXIV Maggio. Mentre per le scuole di Marinella e di Pellegrina sono stati ordinati dei pezzi di ricambio, più complicata la situazione nel plesso Paolotti dove probabilmente dovrà essere sostituita la caldaia del riscaldamento.

E ieri mattina una rappresentanza dei genitori degli alunni che frequentano la scuola elementare e media di Scilla Centro hanno organizzato una protesta davanti al Comune per la mancanza di riscaldamenti nelle aule.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook