Venerdì, 24 Maggio 2019
stampa
Dimensione testo
L'INTERROGATORIO

L'uomo che ha dato fuoco all'ex moglie a Reggio, Ciro Russo fa scena muta davanti ai giudici

di
reggio calabria, tentato omicidio, Ciro Russo, Maria Antonietta Rositani, Reggio, Calabria, Cronaca
L'arresto di Ciro Russo (foto Attilio Morabito)

Si è avvalso della facoltà di non rispondere anche questa mattina Ciro Russo, il 42enne napoletano che martedì mattina ha aggredito, dando fuoco e tentando di bruciare viva l'ex moglie Maria Antonietta Rositani.

In carcere ad Arghillà dove è recluso, davanti al gip di Reggio, Stefania Rachele, al pm Paola D'Ambrosio, e con accanto il difensore, avvocato Antonino Catalano, Ciro Russo ha mantenuto la linea del silenzio.

Ad oggi risponde del reato di tentato omicidio pluriaggravato, anche se il quadro accusatorio è destinato ad appesantirsi perché incombe il delitto di evasione dagli arresti domiciliari e la morte nel corso dell'incendio del cagnolino della donna aggredita.

Resta ancora da chiarire la dinamica della follia dell'aggressione, nessun dettaglio nemmeno di come e dove abbia trascorso le 38 ore di fuga prima di essere rintracciato e arrestato davanti la pizzeria "Cucchiara" di via Melacrino a Reggio.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook