Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Non si ferma all'alt dei carabinieri e fugge, arrestato un 28enne di Gioia Tauro
CARABINIERI

Non si ferma all'alt dei carabinieri e fugge, arrestato un 28enne di Gioia Tauro

A cavallo del fine settimana, l’Arma dei Carabinieri della Piana di Gioia Tauro ha intensificato servizi di pattugliamento e di prossimità ai cittadini. Il controllo, svolto in tutto il territorio delle Compagnie di Gioia Tauro, Palmi e Taurianova, ha portato a un arresto in flagranza di reato, denunce in stato di libertà e diverse sanzioni amministrative.

Il servizio coordinato disposto dal Comando Gruppo di Gioia Tauro ha visto l’impiego complessivo di oltre 325 pattuglie che, nei vari turni di questi ultimi giorni, sia di notte che di giorno, hanno operato in strada per garantire sicurezza, soprattutto nel corso egli eventi pubblici, anche ispezionando 34 esercizi pubblici, sottoponendo a perquisizioni oltre 40 persone, e controllando complessivamente 950 persone e 532 veicoli.

In tale contesto, i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Gioia Tauro hanno arrestato Luca Martinone, 28enne di Gioia Tauro, per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, dopo un lungo inseguimento, tentando di sfuggire ai controlli. L’uomo infatti, alla vista dei militari durante un normale posto di controllo a Gioia Tauro, si è dato a precipitosa fuga in strada mettendo in concreto pericolo l’incolumità di altre persone e veicoli. I carabinieri quindi, si sono prontamente messi all’inseguimento del giovane, fermato solo dopo circa 4 km, fortunatamente impedendo più gravi conseguenze. Il ragazzo è risultato anche positivo al test etilometro e quindi denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebrezza. L’arrestato è stato ristretto in abitazione in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Inoltre, carabinieri della Compagnia di Taurianova, con il supporto specialistico dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Reggio Calabria, hanno sottoposto a controllo alcuni allevamenti e macellerie del posto al fine di verificare il rispetto della normativa agroalimentare e prevenire e contrastare il fenomeno della macellazione clandestina dei bovini.

In una azienda zootecnica di Taurianova, i militari hanno elevato sanzioni amministrative per circa 17 mila euro, in quanto si è accertato la mancata tracciabilità attraverso identificazione e registrazione alla Banca Dati del Servizio Veterinario di 19 bovini, 2 suini e 5 ovi/caprini, tutti posti sotto sequestro sanitario, in attesa delle determinazioni dell’Autorità veterinaria. Nel corso del controllo, nello stesso terreno, sono state rinvenute le carcasse di un bovino e di un cane, poi appurato essere deceduti per cause naturali, che saranno smaltite secondo le norme sanitarie in vigore.

Durante il periodo in questione, i carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno svolto specifici servizi a largo raggio a Cittanova, Polistena e Cinquefrondi per prevenire e contrastare il fenomeno della guida in stato di ebrezza, malcostume molto pericoloso soprattutto per i giovani guidatori, fortunatamente senza fermare soggetti in stato di alterazione, ma comunque elevando diverse contravvenzioni amministrative al Codice della Strada e denunciando penalmente un 40enne di Lecce alla guida dell’auto senza patente.

I serrati controlli rientrano in un piano più ampia azione disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria al fine di contrastare la criminalità diffusa anche nelle aree periferiche, attraverso mirati e coordinati servizi, per infondere il giusto senso di sicurezza ai cittadini.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook