Mercoledì, 14 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, raid dei vandali all’ambulatorio Ace di Arghillà
IL CASO

Reggio, raid dei vandali all’ambulatorio Ace di Arghillà

di
Pochi i danni ma il gesto che segue di qualche settimana il raid vandalico all’asilo mostra la preoccupante fragilità del tessuto sociale
ambulatorio ace, arghillà, raid, reggio calabria, Lino Caserta, Reggio, Cronaca
I rifiuti abbandonati davanti all'ingresso di Ace dopo il raid

La generosità che sostiene il servizio come antidoto al disagio sociale e alla violenza gratuita. Il braccio di ferro tra riscatto e degrado si consuma sul territorio di Arghillà. Una polveriera sociale in cui trapiantare il modello che ha fatto dell’Ambulatorio solidale dell’Ace un eccellenza. Da mesi il medico fondatore di Ace, Lino Caserta di concerto con il Comune sta lavorando per aprire la struttura, gli interventi procedono tanto che si pensa a gennaio come probabile data per l’apertura dell’ambulatorio. Ma l’altra notte qualcuno ha pensato di depositare rifiuti davanti all’ingresso della sede. Pochi i danni ma il gesto che segue di qualche settimana il raid vandalico all’asilo mostra la preoccupante fragilità del tessuto sociale in cui la devianza rappresenta la via più facile.
Ferma la risposta da parte dell’amministrazione comunale.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook