Martedì, 24 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Melicucco, genitori novantenni segregati in casa: arrestato un 64enne
CARABINIERI

Melicucco, genitori novantenni segregati in casa: arrestato un 64enne

I due anziani vivevano nell'incuria più totale prima dell'arrivo degli uomini dell'Arma

Teneva i genitori segregati in casa ma è stato scoperto. Nei giorni scorsi a Melicucco i carabinieri hanno arrestato un 64enne del posto, già noto alle forze dell’Ordine, per i reati di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona:faceva vivere condizione di estremo disagio la madre e il padre, entrambi plurinovantenni.

L'operazione

Una volta sul posto, i militari si sono accorti della presenza dell’anziano sul balcone, decidendo di accedere all’appartamento, forzando l’ingresso e riscontrando nella circostanza una situazione di assoluto degrado e abbandono in cui versava l’anziana coppia, che sulla scorta di quanto emerso anche dagli immediati accertamenti, da diversi anni ormai subiva continui maltrattamenti da parte del figlio. Per evitare che gli anziani genitori uscissero di casa, si premurava addirittura di bloccare ogni accesso all’abitazione. Il 64enne aveva provveduto a staccare il citofono di casa oltre che l’alimentazione del condizionatore, per evitare che facessero anche spreco di corrente elettrica, precludendo la possibilità di incontrare ogni familiare, compresi gli altri figli e nipoti. In questo contesto, ai due anziani non erano garantire neanche le condizioni igieniche personali. I carabinieri hanno toccato con mano lo stato di totale noncuranza in cui versava la casa, riscontrando olezzi provenienti da ogni locale, derivati anche dalla presenza di alimenti in stato di putrefazione rinvenuti all’interno del frigorifero oltre che di un cane, anch’esso in totale abbandono. L'uomo è stato arrestato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook