Martedì, 04 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Depurazione, il governo “dimentica” il caso Reggio Calabria
TEMPI LUNGHI

Depurazione, il governo “dimentica” il caso Reggio Calabria

di
Interventi partiti in tutta Italia, mentre in città si attende da oltre 10 anni. Nel 2012 il finanziamento del Cipe, poi l’inchiesta della Dda e la gara mai assegnata. Adesso si attende il via ai progetti

Figurano tra gli interventi più importanti ma ancora per Reggio la situazione dei depuratori è sostanzialmente bloccata alla data del 2016 quando una importante inchiesta della Procura distrettuale antimafia aveva fatto emergere anche i possibili intrecci perversi sulla realizzazione del nuovo sistema depurativo in città.
Da allora il passaggio della gestione in capo alla struttura commissariale del governo e nella relazione dei primi due anni di attività per il riordino del settore depurativo in Italia vengono citati proprio alcuni dei principali lavori di adeguamento del settore in Calabria. In particolare sono 9 nove gli obiettivi di depurazione in Calabria, tra cui gli schemi di Reggio e Corigliano-Rossano. Per Reggio ancora nulla di nulla. Anche gli annunci della stessa struttura speciale deputata a risollevare le sorti di questo sistema sono stati disattesi e si rischia di andare ben oltre i termini della durata del commissario straordinario che dovrebbe concludere tutto entro il 2026.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook