Venerdì, 09 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, inviate bollette dell’acqua prescritte? Il Comune sotto i fari dell’Authority
IL CASO

Reggio, inviate bollette dell’acqua prescritte? Il Comune sotto i fari dell’Authority

di
L’Autorità di Garanzia della concorrenza e di mercato chiede tutti i dati entro 20 giorni. Ente accusato di avere messo in pratica condotte non in regola con le norme connotate anche da opacità e aggressività nei confronti degli cittadini

Fatture dell’acqua spedite senza l’indicazione della prescrizione biennale dei crediti. L’Autorità per la Concorrenza “bussa” alle porte di Palazzo San Giorgio e chiede l’invio degli atti. Tutto parte a seguito di una segnalazione dell’associazione nazionale consumatori. A dire il vero per un breve periodo l’ente sembrava essersi adeguato alla normativa ma poi evidentemente è tornato sui suoi passi originari. Le ipotesi di anomalia riscontrate sono due: mancato rispetto delle modalità informative (evidenziazione in fattura degli importi prescrittibili) previste dalla nuova disciplina sulla prescrizione biennale e mancato riscontro e accoglimento delle istanze presentate dai consumatori per eccepire l’intervenuta prescrizione biennale. La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l'istituto della prescrizione biennale (0 prescrizione breve) anche per il settore dei servizi idrici prevedendo il diritto degli utenti, sia domestici che professionisti e microimprese, di eccepire la prescrizione degli importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni addietro indicati in fatture /a cui scadenza è successiva al 1° gennaio 2020.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook