Domenica, 19 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Nomine all’Atam, ora è imbarazzo nel Pd a Reggio
VERSO LE URNE

Nomine all’Atam, ora è imbarazzo nel Pd a Reggio

La campagna elettorale per le Regionali sta facendo venire a galla le diverse correnti
Reggio, Politica
Giuseppe Marino

C’era un certo imbarazzo ieri mattina nella maggioranza di centrosinistra al Comune e nel gruppo del Partito Democratico in particolare. La nota diffusa lunedì pomeriggio relativa alle nomine decise dal sindaco Giuseppe Falcomatà ha fatto trapelare un certo nervosismo nel Partito Democratico e nelle sue diverse anime. La campagna elettorale per le Regionali, si vocifera all’interno delle stanze di Palazzo San Giorgio, sta provocando più malumori del previsto. E la presenza di più candidati di riferimento (l’assessore Giovani Muraca, l’ex vicepresidente del Consiglio regionale Nicola Irto, Antonio Billari e Mimmo Battaglia) rischia di provocare una sorta di frammentazione delle preferenze. Ecco perché il voto del 3 e 4 ottobre è un banco di prova per testare come i democrat e le liste che hanno prevalso lo scorso anno nelle comunali sapranno puntare o meno su unico punto di riferimento o meno.
Ma il malcontento sulla nota del Pd che non reca nessuna firma e quindi evidentemente è stata condivisa da tutti i consiglieri è emersa soprattutto perché si è portato all’attenzione dell’opinione pubblica un malcontento che avrebbe dovuto- secondo alcuni- essere affrontato, discusso e risolto all’interno dello stesso gruppo e della maggioranza.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook