Venerdì, 09 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Reggina, i numeri sorridono. Il ruolino di marcia è micidiale
SERIE B

Reggina, i numeri sorridono. Il ruolino di marcia è micidiale

di
Le statistiche confortano il cammino degli amaranto. Sono ben cinque i punti conquistati in più rispetto allo scorso anno Nel test di ieri con il Lamezia successo per 2-0: le reti di Gori e Crisetig

Bussa alle porte il mondiale in Qatar. Anche se brucia la ferita di una Italia che non sarà al via, già fischiano le orecchie a due campioni iridati come Pippo Inzaghi e Fabio Cannavaro che alla ripresa, il ventisette novembre, saranno di fronte al Granillo per la sfida tra Reggina e Benevento. Dopo i successi, pesantissimi, contro Genoa e Venezia, “Superpippo” insegue un tris che consoliderebbe la squadra amaranto nel ruolo di sfidante numero uno al Frosinone. Dalle parti del Sant'Agata fanno bene a predicare realismo. Il compito, infatti, non sarà per nulla agevole. Gli undici punti di differenza in classifica non rendono bene l’idea del valore dei sanniti, che, dopo una partenza con il freno a mano tirato, stanno riguadagnando posizioni e sono reduci dall’exploit sul campo della Spal. Al Granillo si presenteranno con il recupero di quattro giocatori importanti: Tello, Viviani, Acampora e Pastina che ha scontato il turno di squalifica. Mancherà, invece, Glik, impegnato nella rassegna qatariota.
Sulla sponda amaranto dovrebbe tornare disponibile, finalmente, Santander. Ai box da diverse settimane, l'attaccante paraguaiano, assai stimato dell'allenatore, potrebbe quantomeno entrare nella lista dei convocati. Al momento l’unico vero centravanti disponibile è Gori che comunque sta dando il suo prezioso contributo.
Rispetto alla passata stagione la squadra è avanti di cinque punti dopo tredici giornate, ed ha realizzato dieci gol in più (24 contro 14). Lo scorso anno dalla sconfitta con la Cremonese iniziò la serie nera che causò l’esonero di Aglietti e la parentesi Toscano. Adesso è tutto diverso grazie a una condizione scintillante e grazie, soprattutto, alla svolta societaria. Merito del patron Saladini che, in pochi mesi, ha costruito un club virtuoso, scegliendo un allenatore top come Inzaghi. Il tecnico ha ormai conquistato la fiducia dei tifosi che stravedono per lui e ne apprezzano l'entusiasmo e il pragmatismo: per lui il campionato è ancora lungo e altre difficoltà si potrebbero presentare. Ma la squadra ha un’anima e si esalta anche nelle difficoltà. Il sogno potrebbe, quindi, trasformarsi in realtà.
Trascinatore di questo fantastico gruppo è Menez che, nel ruolo di falso nove, sta facendo la differenza. A Venezia è stato determinate, entrando nelle azioni più importanti.

Mercato

Gennaio è ancora lontano, ma al Sant’Agata si pensa già alla riapertura delle liste. Taibi sta monitorando la situazione. Ci saranno anche delle partenze, perché la rosa va sfoltita. I maggiori indiziati sembrano Dutu e Agostinelli, mai impiegati da Inzaghi. In entrata potrebbe, invece, arrivare un attaccante, se Santader non dovesse dare le giuste garanzie. Si stanno seguendo diversi profili. Piace il giovane Lazetic del Milan. Non è da escludere che arrivi anche un difensore.

Amichevole con l’Inter

Dovrebbe essere giocata il prossimo 22 dicembre al Granillo. Sarà la sfida tra i fratelli Inzaghi. L’ufficialità potrebbe arrivare tra qualche giorno

Test con il Lamezia.

Ieri pomeriggio al Granillo, c’è stato un allenamento congiunto a porte chiuse tra Reggina e Lamezia, le due squadre di proprietà di Saladini. Ecco il tabellino. Reggina-Lamezia 2-0. Marcatori: 35’pt Gori e 39’pt Crisetig. Reggina: Colombi (25’st. Aglietti), Bouah (26’st. Pierozzi), Loiacono, Cionek (1’st. Dutu), Giraudo, (26’st. Paura), Cicerelli (26’st. Monteleone), Crisetig (7’st. Camporese), Liotti, Ricci, Gori, Rivas (1’st. Zucco). Fc Lamezia (4-3-3): Mataloni (31’pt. Marino) (25’st. Pasqua), Miliziano (1’st. Kanoutè), Zulj (1’st. Abatneh), Cadili (1’st. Badibanga), De Luca (1’st. Tipaldi), Emmanouil (1’st. Maimone), Borgia (1’st. Morana), Cristiani (1’st. Niakate), Terranova (1’st. Fangwa), Ferreira (1’st Crisafi), Alma (1’st. Falvo). Allenatore: Raffaele Novelli.
Nazionale Under 20. Giovanni Fabbian sempre più protagonista anche in maglia azzurra: il centrocampista ha segnato uno dei due gol con cui l’Italia ha battuto in amichevole la Romania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook