Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Doppio sbarco a Crotone e Reggio, arrivati circa cento migranti

Doppio sbarco a Crotone e Reggio, arrivati circa cento migranti

I pattugliatori della Guardia di Finanza del Reparto Operativo Aeronavale di Vibo Valentia che coordina anche l'attività della sezione operativa navale di Crotone e di quella di Corigliano, nella nottata appena trascorsa hanno intercettato due imbarcazioni con a bordo migranti.

Il dispositivo aeronavale complesso, che comprende anche un velivolo di esplorazione Atr 72 della Guardia di Finanza e gli elicotteri della Sezione aerea di Lamezia Terme e della Sezione Aerea di manovra di Grottaglie, oltre ai mezzi navali del Roan di Vibo Valentia e del Gruppo Aeronavale di Taranto ha avvistato e bloccato due imbarcazioni sospette partite presumibilmente dalla Turchia, che tentavano di giungere sulle coste nazionali, sbarcare i migranti e poi sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine per ritentare altri viaggi.

Alle 23 di ieri, nei pressi di Capo Colonne, malgrado le condizioni del mare stessero rapidamente peggiorando, un guardacoste del Gan di Taranto, con l’appoggio di una vedetta della Sezione Operativa Navale di Corigliano Calabro ha intercettato una barca a vela battente bandiera statunitense di circa 13 metri con a bordo 43 migranti (5 minori, 3 donne e 35 uomini di consueta sedicente nazionalità iraniana, irachena, siriana, bengalese e pachistana) più tre sospetti scafisti presumibilmente ucraini (due uomini e una donna). La barca è stata condotta nel porto di Crotone dove i migranti sono stati accolti e poi accompagnati al Cara di Sant'Anna.

Poche ore dopo malgrado le condizioni del mare avessero compromesso fortemente le possibilità di operare di parte delle unità schierate in attesa, un pattugliatore del Gan di Taranto è riuscito ad affiancare attorno alle 3 del mattino nei pressi di Spropoli nel Reggino, un peschereccio presumibilmente egiziano in avvicinamento con una cinquantina di migranti a bordo di provenienza prevalentemente mediorientale e asiatica, nonché i sospetti conduttori della navigazione.

A causa delle condizioni meteo che rendevano non consigliabile un trasbordo dei migranti, il natante, in grado di navigare autonomamente, è stato condotto verso Reggio Calabria, dove è arrivato attorno alle ore 08:00 di stamane.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook