Martedì, 24 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Dodici anni fa la rivolta di Rosarno FOTO

Dodici anni fa la rivolta di Rosarno FOTO

di

Con la rivolta dei migranti, scatenatasi tra il 7 e il 9 gennaio di dodici anni fa, Rosarno ha scritto una delle pagine più tristi della sua storia. I saccheggi, gli assalti a cose e persone, gli scontri tra le opposte fazioni sono stati oggetto di contrastanti valutazioni da parte dell’opinione pubblica mondiale, suggestionata dai resoconti della carta stampata e delle televisioni.
Il risultato d’immagine è stato devastante. Da “città cosmopolita, dell’accoglienza e dell’integrazione”, come veniva precedentemente etichettata, Rosarno è stata repentinamente declassata, immeritatamente e con deplorevole superficialità, ad emblema di cittadina xenofoba e razzista della peggiore specie. Con un colpo di spugna vennero cancellati due decenni di convivenza pacifica, a partire dai primi anni Novanta del secolo scorso, quando ebbero inizio i flussi immigratori irregolari di giovani extracomunitari, fuggiti dalle guerre, dalle dittature, dalle carestie.
Ma a distanza di dodici anni si può affermare che tali buoni propositi si siano realizzati e che la questione migranti sia stata gestita dalle istituzioni con risultati soddisfacenti?
Basta dare uno sguardo in giro per accorgersi che quasi nulla è cambiato. A parte provvedimenti tampone, dettati dalla necessità di fa fronte alle emergenze, nessun piano strutturale è stato approntato per risolvere tutte le problematiche rimaste inevase.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook