Martedì, 17 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società A Reggio Calabria arriva il primo... “bar concettuale”. Nessun dress code e atmosfera di un tempo

A Reggio Calabria arriva il primo... “bar concettuale”. Nessun dress code e atmosfera di un tempo

Un bar concettuale, dove è il dettaglio quello che conta. Una parola d'ordine per poter accedere. Nessun dress code richiesto, ambiente intimo e riservato dove vivere il bar con l’atmosfera di un altro tempo. E soprattutto la voglia di trovarsi, a Roma o a Reggio Calabria come a New York oppure in Messico. Gli speakeasy ed i secret bar stanno divenendo ormai conosciuti ai più. Roberto Artusio è certamente tra i primissimi ad entrare in questo concept e a portare in Italia questa nuova filosofia del bere in maniera diversa. Al Piro Bistrot di Reggio Calabria ecco allora un evento davvero unico che ha sorpreso gli amanti dei distillati. Il primo secret bar italiano per ben sei volte nella classifica dei “50 World Best Bar”, e de La Punta Expendio de Agave, cocktail bar punto di riferimento in Italia per la diffusione, la comprensione e la vendita dei più importanti prodotti messicani

L'intervista

"La mia passione per il mondo del bar la porto avanti da più di 30 anni ormai", racconta Roberto. "Sono cresciuto nel mondo dei distillati, investendo tutta la mia vita in questo mondo; viaggiando e assaporando culture diverse prima di tornare a Roma ed aprire, con i miei soci, il nostro locale. Sono cresciuto in questo mondo alimentando la mia grande passione facendo ricerca sul campo e andando sempre oltre con la fortuna di scoprire cose nuove e incredibili. La svolta è stata intraprendere una ricerca sul Messico, che è diventato la mia strada. È l'agave che ci trova, non siamo noi che la cerchiamo", racconta guardando il mare calabrese. "Ad un certo punto ho incontrato un compagno di strada, Cristian Bugiarda, ed abbiamo aperto “La Punta”, diventato poi uno dei bar più conosciuti in Europa e nel mondo. Il Messico è una seconda casa piena di amici che ci aprono porte indescrivibili, che ci fanno scoprire prodotti ancestrali che poi abbiamo la fortuna di mixare con i moderni. Per capire il fenomeno degli speakeasy, cosa sono e come funzionano, Artusio torna indietro nel tempo: "nel 2010 rientriamo dall'estero e con le esperienze maturate, insieme ai miei soci, abbiamo deciso di azzardare. In poco tempo il nostro locale, da Roma, è conosciuto ovunque. Così come nei bar segreti negli anni del proibizionismo americano, adesso si è alla ricerca di questi angoli segreti di degustazione. Il nostro locale rafforza questa idea, ambiente intimo, senza finestre, che permette di non vedere cosa accade nel mondo esterno e senza la confusione tipica dei bar", continua a raccontare Roberto. Si vive il senso del tempo e della miscelazione. E poi uno staff internazionale contribuisce ad un successo senza confini. Reggio ha ospitato questa esperienza unica. "Il pubblico? Era affascinato, super attento. Si è creata un’atmosfera fantastica in un ambiente elegante. Staff all’altezza e grande attenzione da parte di tutti. Grazie Calabria", il saluto di Roberto, che fa un parallelismo tra due terre, se vogliamo, molto simili. Messico e Calabria.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook