Martedì, 25 Settembre 2018
OP. SHARKS

L'ex presidente
del Locri arrestato
ieri sera

processo sharks, Reggio, Calabria, Archivio

Resa nota dal Tribunale la “radiografia” della holding dell’usura, che prosperava sotto la ferrea copertura del clan Cordì. Nelle motivazioni l’ostentata arroganza di Guastella, e le minacce di D’Ettore al testimone Rocco Rispoli

A poche ore dal deposito delle motivazioni della sentenza di primo grado “Sharks” i carabinieri della Compagnia di Locri hanno arrestato Pasquale D’Ettore, condannato a 9 anni. Il 56enne si trovava nella sua casa di via Matteotti, dove aveva l’obbligo di risiedere per via della sorveglianza speciale comminata nell’ambito di un altro procedimento penale. I militari hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Locri, come richiesto dalla Procura distrettuale, in particolare dal sostituto Antonio De Bernardo, titolare dell’indagine “Sharks”. D’Ettore aveva seguito il processo di primo grado, che si è concluso con la sentenza del 30 ottobre scorso, a piede libero. Era sempre presente nelle udienze: nella foto la sua deposizione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X