Giovedì, 13 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
STRETTO DI MESSINA

Seconda Avaria in 48 ore
per la "Messina", ci sono feriti

Non sembra proprio essere iniziato sotto i migliori auspici il servizio della traghetto Messina sulle acque dello stretto. Dopo l’avaria di lunedì pomeriggio a entrambi i motori che l’ha costretta a rientrare nell’invasatura della stazione marittima, non è andata meglio alla ripresa della navigazione dopo l’intervento dei tecnici dell’Apuania arrivati dai cantieri di Massa Carrara. Il tempo di effettuare una traversata, ed ecco il nuovo stop che ora costringe la nave a restare ferma nel porto di Villa S. Giovanni. La Messina, infatti, era ripartita stamani alle 10.30 dalla marittima   con a bordo un treno passeggeri diretto a Roma. L’inconveniente, questa volta, anziché in avvio, si è verificato quasi al termine della traversata. Durante le fasi di manovra per entrare in una delle invasature a villa S. Giovanni, i motori si sono bloccati.  Questa volta addirittura,  la nave è andata ad urtare una delle pareti dell’ormeggio del porto calabrese. Problemi soprattutto per i passeggeri del treno. In alcune cabine le valige sono letteralmente volate finendo sulle loro teste.

Nessun commento fino ad ora da parte di rete ferroviaria italiana malgrado il problema si sia manifestato ben due volte in 48 ore, a neanche un mese dall’entrata in servizio e a pochissimo tempo dal varo di questa nave arrivata nelle acque dello stretto lo scorso 25 aprile. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X