Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Differenziata flop, la Regione diffida il Comune
REGGIO

Differenziata flop, la Regione diffida il Comune

raccolta differenziata, rifiuti, Reggio, Calabria, Archivio

 Differenziata flop in città, arriva il formale richiamo della Regione nei confronti del Comune. Una diffida ad aumentare i livelli di raccolta con la sottolineatura che solo in questo modo si può ipotizzare un superamento dell'emergenza rifiuti che attanaglia la città ormai da mesi. La nota è arrivata direttamente dal dipartimento ambiente dell'assessorato regionale guidato da Francesco Pugliano. Il dipartimento   sottolinea da un lato i suoi sforzi e dall'altro ricorda al Comune che è inadempiente su più fronti. «Negli ultimi mesi – si legge nella lettera inviata a Palazzo San Giorgio – stante l'emergenza rifiuti in corso, derivante da problemi strutturali a tutti ben noti, questo Dipartimento ha agito nell'interesse del Comune di Reggio, attuando soluzioni esclusive, orientate a garantire il mantenimento dei livelli di tutela della salute e dell'ambiente. Nei periodi di chiusura forzata della discarica di Pianopoli (avvenuta nel febbraio 2014) ed in quelli a seguire, si sono pianificate strategie di intervento finalizzate a far uscire dall'emergenza il Comune. Nell'incontro del 7 marzo 2014 veniva evidenziato come solo l'attivazione di un’a d e g u ata raccolta differenziata dei rifiuti, del tipo “porta a porta spinto”, potesse risolvere buona parte delle problematiche riguardanti la città». Poi i richiami sollevati a Palazzo San Giorgio: «Ciononostante, alla data attuale, risulta ancora che il Comune di Reggio non solo non ha ottemperato agli impegni presi, mantenendo invariate (o addirittura abbassando) le percentuali di raccolta differenziata, ma persevera nella produzione eccessiva di materiale leggero (imballaggi di vario tipo: plastica, carta, alluminio, etc.) che inficiano inequivocabilmente gli sforzi profusi da questo Dipartimento. La presenza di questi elementi non fa altro che aumentare il volume dei quantitativi di rifiuti da smaltire, aggravando il numero dei viaggi, e quindi i costi della trasferenza verso la discarica di Pianopoli, già incrementati dalla necessità di triturare i rifiuti, che devono poi essere sopportati nell'ambito della tariffa regionale di conferimento. Questa situazione non é più tollerabile, e costituisce motivo per questo Dipartimento di disappunto e di vivo richiamo, specie avuto riguardo alla circostanza che. a breve, i rifiuti del reggino dovrebbero essere trasportati fuori regione ». Dopo i richiami, le richieste di interventi immediati al Comune. «Pertanto si sollecita nuovamente l'Amministrazione Comunale, per il tramite dei suoi Uffici Tecnici, e della società che effettua la gestione dei rifiuti all'interno del territorio, affinchè concretizzi una seria azione di sensibilizzazione, nonché di repressione, in merito all'importanza del corretto svolgimento della raccolta differenziata, in tutte le sue frazioni merceologiche ». Dovrebbe essere prevista per a prossima settimana una riunione a Catanzaro nella sede del dipartimento per affrontare proprio il problema della differenziata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook