Martedì, 20 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
LOCRI

Tac guasta, pensionato muore

Ospedale di Locri nell’occhio del ciclone. Durante la notte tra giovedì e ieri, la Tac è andata in tilt a causa di una scheda “bruciata”. Sarà riparata non prima di martedì prossimo, dopo la pronta segnalazione dal direttore di Radiologia, Elvio Sansotta, ma l’avaria, l’ennesina, stavolta “coincide” con un evento luttuoso. Proprio ieri mattina infatti è giunto in ospedale un ottantenne con un’emorragia cerebrale in corso. L’uomo, in ambulanza e con il rianimatore a bordo, è stato giocoforza trasportato all’ospedale di Polistena dove veniva sottoposto agli esami del caso. Poi è stato riportato all’ospedale di Locri, dove, a qualche ora dal ricovero in reparto, cessava di vivere. «Certo – sottolinea la segreteria della Uil-Fpl, che già nei giorni scorsi aveva con una nota esternato grande preoccupazione per la carenza di personale medico (solo tre radiologi) e per la vetustà delle apparecchiature di diagnostica – la morte dello sfortunato ottantenne non è da addebitare alla rottura della Tac, ma quel viaggio in autoambulanza Locri-Polistena e ritorno non gli ha sicuramente giovato». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook