Lunedì, 24 Settembre 2018
'NDRANGHETA

Decaduta potestà genitoriale,
minore in comunità

potesta 'ndrangheta, Reggio, Calabria, Archivio
Decaduta potestà genitoriale, minore in comunità

Il provvedimento, eseguito da personale specializzato della Polizia di Stato e da operatori dell'ufficio Servizio sociale per i minori del Ministero della Giustizia, è stato adottato dal Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, su richiesta della locale Procura della Repubblica per i Minorenni della città calabrese. "Il provvedimento è stato adottato - è scritto in un comunicato dela Questura di Reggio Calabria - in ossequio ad una consolidata giurisprudenza, scaturisce dalla prioritaria esigenza di offrire al minore un modello educativo alternativo, diverso da quello fino al momento proposto dagli stretti familiari, ispirato ai sub-valori della cultura 'ndranghetista. La decisione del Tribunale si muove nell'ottica di tutelare il minore dal rischio concreto di esposizione a condotte devianti e a un futuro di sofferenza, in cui la carcerazione appare, nella migliore delle ipotesi, come un destino ineluttabile per lo stesso. Nella struttura comunitaria, ove è stato trasferito, il minore sarà affidato alle cure e alle attenzioni di operatori professionalmente qualificati a trattare problematiche simili a quelle riscontrate nel giovane".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X