Lunedì, 27 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio La cosca Caridi vessava i commercianti della città
REGGIO

La cosca Caridi vessava
i commercianti della città

arresto, boss 'ndrangheta, caridi, latitante, reggio, Reggio, Archivio
La cosca Caridi vessava i commercianti della città

Leo Caridi, il boss latitante arrestato in Svizzera ed estradato oggi, era stato condannato a 9 anni e 6 mesi di reclusione per associazione mafiosa dal Tribunale di Reggio Calabria che, nell'occasione, aveva emesso l'ordinanza di custodia cautelare alla quale l'uomo si era sottratto.

Dopo l'arresto del 21 dicembre 2011, Caridi era tornato in libertà l'8 agosto 2013 per il pronunciamento del Tribunale del Riesame che ne aveva disposto la scarcerazione.

Dall'attività investigativa condotta nell'inchiesta "Alta tensione 2" era emerso che la cosca Caridi, di cui Leo era ritenuto il reggente, aveva il completo controllo delle attività estorsive, accompagnate da danneggiamenti e intimidazioni, poste in essere nei confronti di commercianti dei quartieri Ciccarello, Modena e San Giorgio Extra di Reggio Calabria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook