Giovedì, 22 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
L'INDAGINE

Un comitato d'affari lucrava sui loculi del cimitero di Locri

di

Nel cimitero di Locri ci sarebbe stato un “comitato di affari” che gestiva l'area da almeno 30 anni. Il quadro allarmante di quanto sarebbe avvenuto all'interno dell'area cimiteriale è condensato nell'inchiesta “Riscatto-Mille e una notte”, in particolare, nella convergenza delle indagini effettuate dagli investigatori di Carabinieri e Guardia di Finanza di Locri.

Della situazione del cimitero locrese e delle disfunzioni e della “mala gestione”, come scrive la Gazzetta del Sud in edicola, si iniziava a parlare già nelle carte dell'operazione “Mandamento Ionico” per giungere a un approfondimento anche attraverso le denunce di amministratori locali, in primo luogo l'attuale sindaco di Locri Giovanni Calabrese, quindi di alcuni funzionari del municipio della città.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook