Mercoledì, 08 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, Indellicati assolto "perché il fatto non sussiste"
FALSO DOCUMENTALE

Reggio, Indellicati assolto "perché il fatto non sussiste"

catanzaro, processo indelicati, reggio calabria, Carlo Indellicati, Francesco Gambardella, Patrizia Morello, Reggio, Calabria, Cronaca
tribunale catanzaro

Carlo Indellicati, presidente dell’Ufficio Gip di Palmi, era stato condannato in primo grado dal gup di Catanzaro per falso documentale avente ad oggetto un verbale di udienza relativamente ad un imputato irreperibile.

Stamane è stato assolto con la formula “perché il fatto non sussiste” , dunque la formula più ampia e favorevole prevista dal Cpp, dalla corte di appello di Catanzaro.

Anche la procura generale, oggi rappresentata dalla sostituto Rinaldi, ha chiesto l’assoluzione con formula piena. Indellicati è stato difeso dagli avvocati Francesco Gambardella del foro di Lamezia e Patrizia Morello del foro di Reggio Calabria.

Indellicati era stato condannato insieme alla cancelliera Agata Punturiero a due anni di reclusione per falso, ora entrambi sono stati assolti.

I fatti risalgono al 2016 quando, in seguito ad una segnalazione fatta dalla Procura della Repubblica di Palmi, il magistrato e la sua cancelliera furono iscritti sul registro degli indagati della Procura di Catanzaro, competente per i magistrati del distretto di Reggio Calabria. Da qui la richiesta di rinvio a giudizio culminata il 23 gennaio 2018 nella celebrazione del processo conclusosi con una sentenza di condanna a due anni di reclusione, perché ritenuti entrambi responsabili di falso in atto pubblico perché avrebbero redatto un verbale di udienza dando presenti le parti senza che vi fossero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook