Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
CONTROMOSSA

Reggio, contro l'abusivismo il Comune passa alle acquisizioni

di

La lotta all’abusivismo edilizio muove altri passi. E se alcune opere non possono essere abbattute allora il Comune le acquisisce al patrimonio indisponibile dell’ente e pensa a come riutilizzarle, magari per finalità sociali.

Un iter messo in campo al viale Calabria dove il settore Urbanistica sta perfezionando una pratica avviata nel 2012. I tecnici del Comune con il verbale, trasmesso successivamente al Comando della Polizia municipale, hanno accertato che che al viale Calabria, numero civico 129, sono stati realizzati dei lavori abusivi con la chiusura del piano e la realizzazione di 20 cantine nell’area comune indivisa del portico dei corpi. Manufatti costruiti «in assenza di atti autorizzativi» spiega il provvedimento. Il passaggio successivo è datato maggio 2013, con l’ordinanza di sgombero, la demolizione e il ripristino dello stato dei luoghi.

A distanza di mesi dall’ordinanza un altro accertamento congiunto con gli agenti della Polizia municipale per verificare che non fossero stati realizzati nuovi abusi. Tutto tace per qualche anno. Nel giugno di quest’anno il personale del settore Urbanistica accerta l’inottemperanza dell’ordinanza. Così il Comune in assenza di atti emessi o notificati all’Ente di provvedimenti cautelari di sospensione dell’Ordinanza , provvede ad acquisire le 20 cantine al patrimonio indisponibile dell’ente.

Leggi l'articolo completo su Gazzetta del Sud - edizione reggio in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook