Martedì, 18 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
CASSAZIONE

Gioia Tauro, omicidio Bagalà: resta in carcere Giuseppe Brandimarte

di
omicidio bagalà, Francesco Bagalà, Giuseppe Brandimarte, Reggio, Calabria, Cronaca
Francesco Bagalà

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso presentato da Giuseppe “Nuccio” Brandimarte, il gioiese accusato in concorso dell’omicidio di Francesco Bagalà. La decisione dei giudici di piazzale Clodio è stata comunicata nella giornata di ieri. Il pregiudicato, quindi, attenderà la fine dell’inchiesta della Procura antimafia in carcere. Resta in attesa del responso della Suprema Corte, invece, Davide Gentile, accusato dello stesso delitto.

Il giovane di Gioia Tauro è comparso, insieme all’avvocato Guido Contestabile, nella mattinata di ieri davanti alla Cassazione per chiedere l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare e la scarcerazione. Non è ricorso in Cassazione, invece, il terzo indagato per l’uccisione di Francesco Bagalà, vale a dire Alfonso Brandimarte.

L'articolo completo nell'edizione odierna della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X