Venerdì, 24 Maggio 2019
stampa
Dimensione testo
REGGIO CALABRIA

Incendiarono due immobili disabitati e un'auto, incastrati due uomini di Polistena

Due polistenesi di 27 e 38 anni sono stati incastrati dai carabinieri di Taurianova nell'ambito delle indagini su tre incendi sospetti che nello scorso settembre erano stati appiccati a due immobili abbandonati e ad un'auto. Per i due è quindi scattata la misura cautelare personale del divieto di dimora nel Comune di Polistena, con la prescrizione di non allontanarsi dall’abitazione in orario notturno. Gli indagati sono Davide Boeti e Roberto Mombelli, entrambi di Polistena, ritenuti responsabili di incendio in concorso.

In particolare nella notte tra il 6 e il 7 settembre i carabinieri e i Vigili del Fuoco di Polistena sono intervenuti in un immobile disabitato nel centro della cittadina, in quanto ignoti, poco prima, avevano appiccato il fuoco utilizzando del liquido infiammabile alla struttura, causandone il grave danneggiamento. Durante le operazioni di spegnimento veniva segnalato un principio di incendio anche in un altro contiguo immobile, sempre disabitato, che è stato prontamente domato dal personale. La notte successiva, tra il 7 e l’8 settembre, ignoti hanno appiccato il fuoco ad una autovettura, completamente distrutta dalle fiamme.

Gli eventi così ravvicinati hanno fatto ipotizzare ai carabinieri della Compagnia di Taurianova che la matrice e gli autori fossero comuni. I primi sospetti sugli indagati sono scattati proprio la sera del primo incendio quando una pattuglia intervenuta sul posto ha notato e identificato nelle vicinanze dei luoghi i due soggetti che, con atteggiamento sospetto, erano particolarmente interessati alle operazioni svolte dai Vigili del Fuoco.

La successiva attività investigativa svolta dai Carabinieri, sotto il costante coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi, mediante escussione di testimoni e attenta e ampia analisi dei sistemi di videosorveglianza, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei due polistenesi, ritenuti responsabili di tutte e tre gli incendi, commessi a puro scopo di vandalismo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook