Sabato, 15 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, pesca abusiva nel Parco d'Aspromonte: due persone deferite
TORRENTE TUCCIO

Reggio, pesca abusiva nel Parco d'Aspromonte: due persone deferite

due denunce, parco d'aspromonte, pesca abusiva, repressione reati ambientali, Reggio, Calabria, Cronaca
Sequestro per pesca abusiva a Reggio

Sono stati sorpresi nei pressi del torrente Tuccio, all'interno del Parco Nazionale d'Aspromonte, in possesso di due canne da pesca e con abbigliamento idoneo alla pesca sportiva, in assenza di licenza e nulla osta da parte dell'Ente Parco, i due uomini di 47 e 60 anni denunciati in stato di libertà dai Carabinieri.

L'operazione è avvenuta nel pomeriggio di ieri nell'ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato alla repressione dei reati ambientali e coordinato dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale Aspromonte di Reggio Calabria e dai militari della Stazione Carabinieri Parco di Gambarie d’Aspromonte che hanno deferito il 60enne, residente a Reggio Calabria e dipendente di “Calabria Verde”, e il 47enne operaio reggino, quest’ultimo gravato da pregiudizi di polizia.

Le canne da pesca sono state poste a sequestro e messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook