Domenica, 15 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
CASSAZIONE

Carceri sovraffollate, "risarcito" un ergastolano a Reggio

di

Seppure sia un ergastolano, Vincenzo Ficara, 50enne reggino ed esponente dell'omonima famiglia mafiosa dei rioni Ravagnese e Valanidi, sarà risarcito per aver trascorso un periodo di detenzione in una situazione di sovraffollamento.

E sarà risarcito non con denaro, ma con giorni di scarcerazione anticipata, che allo stato non potrà concretizzarsi ma che costituisce oltre a uno spiraglio di libertà futura anche, e soprattutto, il riconoscimento di un principio di giustizia sociale visto la grave violazione della dignità umana.

La Corte Suprema di Cassazione, in accoglimento del ricorso proposto dall'avvocato Giuseppe Putortì, ha infatti annullato con rinvio l'ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Perugia (per competenza territoriale essendo Ficara recluso a Spoleto), che aveva accolto un reclamo volto al riconoscimento dell'istituto del sovraffollamento riconoscendo, però, l'attribuzione di una somma di denaro e non la riduzione nella misura del 10% per i giorni che il detenuto ha espiato in condizioni di contrasto ai principi della Corte europea dei diritti dell'uomo.

Per saperne di più leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – Reggio in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook