Lunedì, 22 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
LA STORIA

Reggio, rinuncia alle cure per amore e l'amore della figlia la salva

di

Lei è una giovane donna di appena trent'anni. Le hanno diagnosticato la sclerosi multipla circa sette anni fa e grazie a una terapia farmacologica è riuscita a tenere a bada la “bestia”. Nel frattempo, però, le capita di innamorarsi e di sposarsi. Il matrimonio funziona bene e lei resta incinta. Quando lo scopre si ritrova a un bivio: continua a prendere quel cocktail di farmaci che le consente di avere una vita normale o dare alla luce sua figlia e sospendere la cura?

La nostra ragazza non esita un momento: stop ai farmaci e avanti con la gravidanza. Dopo nove mesi nasce una splendida bambina ma, ahinoi, anche la sclerosi non più contrastata dai farmaci era cresciuta a dismisura tanto da rendere paralizzata la giovane madre. Sembrava una storia dal triste epilogo già scritto. Si doveva solo aspettare...

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola - Edizione Calabria

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook