Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
IN 20 ANNI

L'imprenditore di Reggio nel mirino della mafia: "Subiti 300 danneggiamenti"

di

Da vent'anni è nel mirino della cosca Alvaro di Sinopoli: attentati, danneggiamenti, intimidazioni. Una vita di inferno perché ha “osato” ribellarsi ai “signori della montagna” e collaborare con i magistrati dell'antimafia.

Domenico Luppino, imprenditore agricolo e testimone di giustizia, ha subìto l'ennesimo danneggiamento nelle sue proprietà. Una ventina di alberi d'ulivo sono stati dati alle fiamme qualche giorno fa, in pieno giorno. «Con questo incendio - ha commentato amaramente Luppino - abbiamo superato la quota di 300 danneggiamenti in vent'anni. È un macabro conteggio che mi sono preso la briga di fare. Non perché sia importante in generale, ma lo è per me».

L'articolo nell'edizione di oggi della Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook