Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
PALMI

Diagnosi sbagliata al Pronto Soccorso di Polistena, medico condannato a 8 mesi

diagnosi sbagliata, medico condannato, ospedale polistena, Reggio, Calabria, Cronaca
Ospedale di Polistena

Il Tribunale di Palmi ha condannato a 8 mesi di reclusione Antonio Napoli, medico del Pronto soccorso dell'ospedale “Santa Maria di Ungheresi” di Polistena. La vicenda riguarda la morte di Giuseppe Mammoliti, oppidese residente a Melicucco deceduto il 7 dicembre 2014 per una presunta diagnosi sbagliata effettuata dall'imputato nel pronto soccorso dell'ospedale polistenese.

Secondo quanto ricostruito durante il dibattimento, anche grazie alla documentazione medica e alle relazioni dei periti, Mammoliti il giorno prima della sua morte, rientrando a casa a Melicucco alle 12,45 circa, aveva riferito ai propri congiunti di soffrire di un dolore addominale descritto quale «bruciore di stomaco».

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook