Giovedì, 22 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
GALATI

Brancaleone, gigantesco rogo nel cantiere confiscato dalla magistratura

di

Un enorme rogo si è sviluppato ieri mattina intorno alle 11.30 in località Galati di Brancaleone, con una colonna di denso fumo nero, visibile a decine di chilometri di distanza. Ad andare in fiamme, adiacente la Statale 106, è stato il cantiere-deposito del complesso turistico “Gioiello del Mare”.

Come si ricorderà, l'area dell'incendio è sotto sequestro della magistratura dal 2014, a seguito dell'operazione “Metropolis”, e da pochi giorni, dal 12 luglio di quest'anno, a seguito alla sentenza della Cassazione del 19 marzo 2019, è stata assegnata all'Agenzia dei beni confiscati alle mafie.

L'incendio si è presumibilmente sviluppato in prossimità della strada statale, per poi aggredire un capannone e un deposito di tubi plastici, e incendiare anche camion e altri automezzi, anch'essi sotto sequestro.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Reggio della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook