Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
CORTE D'APPELLO

Reggio, restituiti i beni a un imputato per narcotraffico: "Patrimonio legittimo"

di

Ricorso fondato e dissequestro dei beni ribaltando la decisione dei giudici di primo grado. La Corte d'Appello di Reggio sezione “Misure di prevenzione”, in accoglimento delle argomentazioni difensive sostenute dagli avvocati Mario Santambrogio e Guido Contestabile, ha disposto la restituzione del patrimonio, precedentemente sequestrato e confiscato, a Rosario Rao, 38enne di Rosarno.

L'uomo era stato arrestato nel 2015 perchè coinvolto nella maxi-operazione “Santa Fè”, l'indagine della Direzione distrettuale antimafia di Reggio che aveva portato alla sbarra una trentina di persone ritenute, a vario titolo, appartenenti ad un'associazione specializzata nel narcotraffico internazionale con base nella provincia di Reggio e affari in collegamento con il Brasile.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Reggio della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook