Mercoledì, 18 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
DISAGI

Strutture periferiche "snobbate", l'ospedale metropolitano di Reggio va in tilt

di

Ci sono barelle con pazienti in attesa (da ore) davanti al reparto di Radiologia del Grande ospedale metropolitano di Reggio. Provengono dall'area metropolitana e si riversano tutti al Gom.

Radiologia, Ortopedia, Medicina... tutti reparti ingolfati. Per non parlare delle branche specialistiche che sono presenti solo nel capoluogo. Ma quello che si sta materializzando nella sanità metropolitana era quello che si temeva. La drastica riduzione di servizi dell'assistenza sanitaria territoriale, ma soprattutto la carenza di fiducia verso quel che resta degli ospedali periferici, spinge tutti a fare centinaia di chilometri per arrivare fino a Reggio. Una situazione critica che in estate sta provocando una serie di disfunzioni e lunghe attese.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook