Venerdì, 15 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
SITUAZIONE DRAMMATICA

Pignoramenti e casse vuote, l'Asp di Reggio è nel baratro

di

Il piano di risanamento dell'Asp di Reggio sembra essersi azzerato. La crisi di governo ha messo il tassello finale in un percorso caratterizzato da tanti, troppi, inghippi. Sono passati quasi sei mesi dall'arrivo dei commissari dopo lo scioglimento dell'ente per infiltrazioni mafiose e la situazione contabile caotica non si riesce a superare. Accertato che l'ente è decotto, i commissari si erano appellati al dissesto finanziario quale unica via d'uscita per una gestione senza sofferenze dell'Asp.

I numeri del fallimento dell'Asp sembrano inequivocabili: centinaia di migliaia di euro di debiti, contenziosi continui, disordine finanziario, mancata approvazione dei bilanci. Sembrava che forse si fosse trovata la soluzione ma invece nulla.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook