Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Anno giudiziario a Reggio, cerimonia interrotta: malore del presidente Gerardis durante la sua relazione
LA MANIFESTAZIONE

Anno giudiziario a Reggio, cerimonia interrotta: malore del presidente Gerardis durante la sua relazione

inaugurazione anno giudiziario, Luciano Gerardis, Reggio, Calabria, Cronaca
Luciano Gerardis

Interrotta la cerimonia di inaugurazione anno giudiziario a Reggio Calabria. Il presidente della Corte d'appello Luciano Gerardis è crollato a terra colto da un malore mentre leggeva la sua relazione. La cerimonia è ospitata alla scuola allievi carabinieri Fava e Garofalo.

Immediati i soccorsi da parte dei medici presenti alla manifestazione. Il presidente Gerardis è rimasto a terra, in attesa di essere trasferito in ospedale, dopo pochi minuti ha lasciato la Scuola per essere curato.

La relazione sulla Giustizia nel distretto di Reggio è stata proseguita in maniera sintetica dal presidente della Corte d'Assise d'appello di Reggio, Fulvio Lucisano.

Nel corso della mattinata Gerardis ha accusato un nuovo malore ed è stato portato in ospedale. Anche in questa circostanza il magistrato si è mantenuto vigile. Il magistrato, che dopo i controlli medici successivi al precedente malore aveva fermamente voluto fare rientro in aula, si è nuovamente sentito male mentre assisteva al prosieguo della cerimonia. Anche in questa circostanza è intervenuto il medico in servizio alla caserma allievi carabinieri "Fava e Garofalo" che ne ha disposto l'immediato ricovero in ospedale.

La cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario, che ha subito una nuova interruzione ed è poi ripresa con l'intervento del Procuratore generale Bernardo Petralia, si è poi conclusa con largo anticipo rispetto al programma previsto.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook