Martedì, 24 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, business dei rifiuti e 'ndrangheta: assolto Barreca, 10 anni a Commisso
LA SENTENZA

Reggio, business dei rifiuti e 'ndrangheta: assolto Barreca, 10 anni a Commisso

di
'ndrangheta, rifiuti, Francesco Barreca, Giuseppe Commisso, Reggio, Calabria, Cronaca

Assolto Francesco Barreca, condannato Giuseppe Commisso. Il Gup di Reggio, Pasquale Laganà, ha fornito una prima, significativa, chiave di lettura dell'operazione “Metauros”, l'indagine della Dda che ha visto coinvolte, a vario titolo, dieci persone (le altre otto stanno affrontando il processo con rito ordinario) nel business dei rifiuti con epicentro Gioia Tauro dove la 'ndrangheta, «espressione dei Piromalli», aveva messo le mani sul termovalorizzatore e sulla Iam, la società che si occupa della depurazione delle acque nella Piana.

A conclusione del giudizio con rito abbreviato Francesco Barreca, titolare della “BM Service srl” (impresa addetta ai trasporti per conto della società che gestiva il depuratore Iam di Gioia Tauro) e noto imprenditore di Reggio del settore dei trasporti, ha ottenuto l'assoluzione con formula ampia «perchè il fatto non sussiste».
Pesante condanna - a 10 anni di reclusione+4.000 euro di multa oltre al risarcimento del danno in favore delle parti civili Città Metropolitana di Reggio e Comune di Siderno - per Giuseppe Commisso meglio noto come “u mastru”, ritenuto dagli inquirenti uno dei vertici dell'omonima famiglia di 'ndrangheta che opera a Siderno.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Reggio

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook