Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'ospedale di Gioia Tauro sotto i riflettori, il nuovo reparto Covid è ancora chiuso
REGGIO CALABRIA

L'ospedale di Gioia Tauro sotto i riflettori, il nuovo reparto Covid è ancora chiuso

di
coronavirus, gioia tauro, Reggio, Calabria, Cronaca
Ospedale di Gioia Tauro

Quinto giorno di proteste, pacifiche ma incisive, a Gioia Tauro, accese dai commercianti gioiesi in disappunto al nuovo lockdown e ormai dilagate tra la cittadinanza che reclama il diritto ad un'assistenza sanitaria adeguata in un comprensorio che, in perenne attesa del grande ospedale unico, ha subìto passivamente per anni il depotenziamento delle strutture esistenti.

I manifestanti si sono dati appuntamento a metà mattinata di fronte all'ospedale “Giovanni XXIII” a breve destinato ad essere riconvertito in centro degenza post Covid. All'interno del nosocomio vi era la troupe de “Le Iene”, con l'inviato Gaetano Pecoraro per intervistare i vertici sanitari della struttura, a lungo barricati ai piani alti, e chiesto di poter visitare il nuovo reparto ricavato dopo i lavori di adeguamento, destinato ai pazienti Covid ma non ancora aperto.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook