Domenica, 26 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ferimento passionale a Reggio, cade l’accusa di tentato omicidio
LA SENTENZA

Ferimento passionale a Reggio, cade l’accusa di tentato omicidio

di
Il Tribunale infligge la pena di 2 anni e 4 mesi di reclusione a Damiano Amato: dopo un diverbio sparò alle gambe dell’ex
ex convivente, lesioni, Alberto Marrara, Damiano Amato, Reggio, Cronaca
Il tribunale di Reggio Calabria

Cade definitivamente l’accusa di tentato omicidio e viene condannato per lesioni aggravate dall’uso dell’arma. Il Tribunale di Reggio ha condannato alla pena di 2 anni e 4 mesi di reclusione Damiano Amato, 42enne di Arghillà, per la sparatoria passionale ai danni dell’ex convivente, ferita a colpi di pistola alle gambe per ragioni legate alla relazione sentimentale ormai conclusa e dopo un diverbio consumato sempre ad Arghillà dove entrambi risiedono. L’uomo, difeso dall’avvocato Alberto Marrara, era stato colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il delitto di tentato omicidio aggravato, porto e detenzione di arma comune da sparo e minacce aggravate.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook