Giovedì, 25 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vaccini, Calabria fanalino di coda nelle somministrazioni. Falcomatà: "Ridurre le inefficienze"
CORONAVIRUS

Vaccini, Calabria fanalino di coda nelle somministrazioni. Falcomatà: "Ridurre le inefficienze"

"Non sta a me dire di chi sia la responsabilità. Quello che voglio però è tutelare la salute dei miei concittadini e garantire loro il diritto a tornare alla normalità" . Così il sindaco Giuseppe Falcomatà sui ritardi nella somministrazione dei vaccini in Calabria, tuttora ultima regione a livello nazionale.

"Purtroppo - rimarca il primo cittadino di Reggio - fra tutte le regioni italiane, la Calabria è all’ultimo posto per dosi di vaccino anti-COVID somministrate. Di quasi 40.000 dosi consegnate, ad oggi poco più di un terzo è stata somministrata. Una percentuale che è la metà della media nazionale". E se "i medici e gli operatori del Grande ospedale metropolitano stanno facendo un gran lavoro", purtroppo "ancora i dati regionali rimangono indietro" .
Dopo "quasi un anno di chiusure obbligate, di zone rosse, di ristori a singhiozzo, di difficoltà economiche", ora Falcomatà dice di "pretendere che chi ne ha la responsabilità si attivi per ridurre le inefficienze, assicurando ai medici calabresi la somministrazione di tutte le dosi di vaccino, senza sprechi. Da parte nostra - incalza il sindaco reggino - siamo già al lavoro per individuare strutture da mettere a disposizione dell'Asp quando la campagna vaccinale sarà destinata ai cittadini, a partire dagli anziani e dalle categorie a rischio. Abbiamo il dovere di fare presto e di fare bene".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook