Mercoledì, 14 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caos rifiuti a Reggio, i conti non tornano
AMBIENTE

Caos rifiuti a Reggio, i conti non tornano

di
Il problema del conferimento ha mandato in tilt il sistema: oltre 9mila le microdiscariche rimosse dalle strade

Sono numeri ma anche costi quasi drammatici quelli inerenti il servizio di igiene urbana in città. Il Comune cerca il sostituto di Avr (dopo l’accantonamento della società Castore) che dal 2020 sta raccogliendo l’immondizia a seguito dell’ordinanza indifferibile e urgente emanata dal sindaco Giuseppe Falcomatà e successivamente reiterata. Ma anche il nuovo sostituto (sempre se effettivamente ci sarà dopo la procedura ristretta avviata da Palazzo San Giorgio a fine febbraio scorso e alla quale hanno aderito alcune ditte) avrà i suoi problemi perché il nodo resta sempre quello del conferimento. Se la spazzatura che viene portata a Sambatello non riesce a essere smaltita il ciclo si blocca. Per ora si sta tamponando grazie all’aiuto della Puglia in attesa della tanto attesa discarica di Melicuccà. Ma prima o poi sarà satura anche quella e la verità è che si pagano anni di ritardi e di mancata programmazione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook