Venerdì, 18 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Taurianova, controlli dei carabinieri: un arresto e sei denunce. Interrotta una festa privata notturna
VERIFICHE

Taurianova, controlli dei carabinieri: un arresto e sei denunce. Interrotta una festa privata notturna

Serrata l’azione di controllo del territorio da parte dei Carabinieri, per la prevenzione e repressione dei reati in genere, con particolare attenzione alla criminalità predatoria, allo smercio e consumo di stupefacenti, oltre che mirati a garantire il rispetto della normativa di contenimento dell’epidemia da Covid-19. Si inquadrano, in tale contesto, un arresto, svariate denunce per reati in materia di stupefacenti, lesioni personali, resistenza a Pubblico Ufficiale e guida in stato di ebbrezza, nonché numerose sanzioni amministrative, eseguiti negli ultimi giorni trascorsi.

Nello specifico, a Taurianova i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato B.A., marocchino, 54enne, del posto, già noto alle Forze dell’Ordine, per furto aggravato e continuato. In particolare, il medesimo è stato bloccato a piedi dai militari, in località poco distante da un esercizio commerciale di Taurianova, dopo aver asportato con destrezza vari generi alimentari, di non prima necessità e diversi oggetti per la casa, danneggiando anche il dispositivo antitaccheggio. Dai successivi accertamenti, è emerso che l’uomo si fosse reso responsabile di altro furto poco prima, in un altro negozio, essendosi appropriato di vari prodotti cosmetici e per l’igiene nonché un paio di occhiali. La merce rubata è stata restituita ai proprietari e l’uomo è stato ristretto ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima, all’esito del quale il Tribunale di Palmi ha convalidato l’arresto, rimettendolo in libertà.

Nel medesimo contesto, a Polistena i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un 46enne di Reggio Calabria, già noto alle Forze dell’Ordine, per resistenza a P.U. e lesioni personali in quanto il medesimo, a Polistena, in forte stato di alterazione psico-fisica aggravata dall’assunzione di alcol, dopo aver smarrito uno zaino di sua proprietà, ha aggredito verbalmente e fisicamente in strada, senza apparente motivo, diversi passanti rimasti sbigottiti dell’accaduto, per poi scagliarsi anche contro i Carabinieri intervenuti sul posto con il supporto degli agenti del Commissariato di Polistena.

Sempre a Taurianova, i Carabinieri hanno denunciato un 37enne, noto alle Forze dell’Ordine, per possesso di sostanza stupefacente, in quanto a seguito di una perquisizione presso la sua abitazione ove l’uomo era già ristretto agli arresti domiciliari, i militari hanno rinvenuto circa 30 gr. di marijuana, nonché una pianta in vaso in fase di crescita. Lo stupefacente è stato sequestrato in attesa dei successivi accertamenti del RIS.

Nel medesimo contesto operativo, i Carabinieri hanno altresì segnalato all’Autorità Prefettizia due giovani ventenni di Taurianova e Cittanova, in quanto a seguito di perquisizione personale, sono stati trovati in possesso di modiche quantità di marijuana per uso personale.

A Giffone, i militari dell’Arma hanno denunciato un 25enne, noto alle forze dell’Ordine, per aver violazione delle prescrizioni imposte dalla Sorveglianza Speciale cui era sottoposto; denunciato invece a Varapodio, un 27enne per guida in stato di ebbrezza, con il conseguente ritiro della patente, in quanto fermato in tarda serata alla guida in evidente stato di alterazione e sottoposto a accertamenti, è risultato positivo al test alcolemico.

In ultimo, a Cittanova i Carabinieri, insospettiti verso le 2.00 di notte da un elevato numero di autovetture parcheggiate nei pressi di un ristorante locale, hanno identificato all’interno otto ventenni intenti a bere e divertirsi, insieme a uno dei proprietari dell’esercizio, colti in gran parte senza mascherine in piena violazione delle prescrizioni in ordine alla normativa anti-covid vigente.

A tutti i giovani, che alla vista dei Carabinieri hanno tentato una fuga da una porta di servizio venendo prontamente fermati, sono state contestate dagli operanti, sanzioni amministrative per la violazione delle norme di contenimento del contagio, per circa 4.000 euro complessivi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook