Venerdì, 18 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Arma cunctis" a Palmi, “sgonfiate” le accuse: da 100 anni di carcere ne sono stati inflitti solo 7
IL PROCESSO

"Arma cunctis" a Palmi, “sgonfiate” le accuse: da 100 anni di carcere ne sono stati inflitti solo 7

di
Siderno, la sentenza del Tribunale di Locri conferma quella del filone in abbreviato: cinque condanne, otto assoluzioni, parti civili a mani vuote

Cinque condanne, per 7 anni di reclusione, e 8 assoluzioni. È stato questo l’esito della sentenza nel filone in ordinario del processo scaturito dall’operazione “Arma Cunctis”. L’ha emessa ieri pomeriggio il Tribunale di Locri (presidente Annalisa Natale, consiglieri Cristina Foti e Mauro Bottone), che in linea con la sentenza del filone concluso pochi giorni fa con il rito abbreviato, ha ridimensionato l’impianto accusatorio e le pesanti richieste di condanna formulate dalla Procura antimafia reggina, che aveva chiesto circa un secolo di carcere per i 13 imputati, accusati a vario titolo e con modalità differenti di reati in materia di droga e di armi.

Gli imputati condannati sono Giuseppe Cherubino, a cui sono stati inflitti 2 anni e 2 mesi di reclusione, Vincenzo Grasso (1 anno e 8 mesi, pena sospesa), Francesco Oppedisano (4 mesi), Fabio Romanello (1 anno e 6 mesi, pena sospesa) e Domenico Russo ( 2 anni).
Sono stati invece assolti gli imputati Paolo De Angelis, Dieng Mor Mada, Vincenzo Malafarina, Domenico Manno, Antonio Marando, Domenico Pelle, Francesco Giorgi e Francesco Vitale.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook